coco chanel

Il suo vero nome Gabrielle Bonheur Chanel. Una donna determinata e rivoluzionaria, segno zodiacale leone, nata il 19 Agosto 1983 e morta il 10 Gennaio 1971. Le origini della sua famiglia sono povere il padre un venditore ambulante che sposa la madre solo dopo averla concepita, così come la sorella Julie. Ma la madre di Coco a causa di numerose gravidanze si ammaló e morì a seguito di una febbre e per un attacco di asma. Le due sorelle sono quindi affidate alle suore della congregazione del Sacro Cuore. Da ciò deriva l’eleganza ed il rigore degli abiti bianchi e neri di Coco nello stile semplice e monacale.

Le due sorelle superato il periodo di permanenza presso l’orfanotrofio vengono mandate in una scuola per l’apprendimento di arti domestiche a Notre Dame. Al compimento del 18° anno di età Coco inizia a lavorare come commessa presso la bottega di maglieria e biancheria,la Maison Grampayre, e qui mette in pratica le lezioni di cucito apprese dalle suore e presso la zia Luise. Ma la svolta nella vita di Coco si ha con l’incontro con il suo primo uomo, Etienne de Balsan

L’incontro avvenne in un caffè concerto di Mulin. Lui figlio di imprenditori tessili ed ufficiale di cavalleria, fu il primo finanziatore ufficiale di Gabrielle, in arte Coco Chanel. Coco si trasferì nel suo castello a Royallieu nel 1908, e la storia durò sei anni. Ben presto al castello Coco imparò a convivere anche con l’altra amante di Balsan, Emilienne d’Alecon, che lo lasciò poi per un fantino. Ben presto Coco imparò ad amare e apprezzare la vita da cavallerizza. E proprio la vita equestre è l’ispirazione per i pantaloni da cavallerizza e le cravattine in maglia.

L’onore di indossare il primo vestito di Chanel lo si deve a Suzanne Orlandi. Un abito in velluto nero, ornato da un semplice colletto bianco. Coco sosteneva che il nero, così come il bianco “sono assoluti e di estrema eleganza.” Gli altri colori utlizzati nel corso delle sue creazione da Coco sono il beige, il grigio ed il blu marine. Nel 1913 a Deauville, nota località balneare situata nel mezzo di un lussuoso Casinò e L’hotel Normandie, Coco apre un altro negozio.

inoltre Introduce per la prima volta l’utilizzo dei pantaloni nel guardaroba femminile. Crea un qualcosa che afferma con gusto e sobrietà la propria eleganza femminile, attraverso la rivisitazione in assoluto degli abiti maschili. Un vero contributo all’emancipazione della donna anche attraverso “lo style e il vestito”.

Per citare uno dei tanti aforismi scritti da Coco Chanel “la moda passa lo stile resta.”